Periodico mensile dei Padri Cappuccini e del Terz’Ordine Francescano della Provincia di Sardegna
 
 
Voce Serafica, Luglio 2015
Notizie Nuovo Parroco a Laconi
Fabio Murgia




 

P.Andrea Manca
P.Andrea
Manca

Laconi. Il 7 Giugno, solennità del Corpus Domini, P. Andrea Manca è stato introdotto come nuovo parroco di Laconi. Padre Andrea, 54 anni, iglesiente, è sacerdote dal 29 Luglio 1989 e dottore in Sacra Teologia. Ha presieduto la solenne concelebrazione delle ore 10 l’Arcivescovo d’Oristano Mons. Ignazio Sanna. Erano presenti il Padre Provinciale P. Giovanni Atzori e alcuni sacerdoti cappuccini che hanno concelebrato. Ad accompagnare P. Andrea, in quest’importante momento, i suoi più stretti familiari. Erano presenti anche le autorità civili e militari del paese, fra le quali la neo sindaco Paola Zaccheddu, la consigliera di maggioranza Stefania Corongiu, il maresciallo Massaglia dei Carabinieri. Il maestro Nicola Lentis ha diretto in questa circostanza il Coro parrocchiale che ha animato la Santa Messa.

La Solenne Concelebrazione ha visto una discreta partecipazione nonostante un evento sportivo per bambini (organizzato già da qualche tempo) che vedeva coinvolti anche tanti genitori laconesi. All’inizio della Messa la signora Sindaco ha rivolto il suo indirizzo di saluto, nonostante l’emozione per la sua prima uscita ufficiale. In seguito, un membro del Consiglio Pastorale parrocchiale ha espresso il pensiero di tutti i membri, salutando il nuovo parroco e ringraziando P. Salvatore per il terminato servizio di Moderatore della Comunità Cappuccina Laconi - Gesturi.

Mons. Sanna, nell’omelia, ha detto così: «La Legge di Dio non è una legge astratta, ma uno stile di vita. Noi dobbiamo dimostrare con la vita quotidiana (in famiglia, a scuola, in società) che il Vangelo conta, che c’è un valore aggiunto. Vuol dire che siamo capaci anche di lavorare con più fedeltà, di rispettare le leggi, di essere dei bravi cittadini, altrimenti non siamo dei bravi cristiani. P. Andrea sia tra e in mezzo a voi colui che annuncia, vive, fa capire veramente che il Vangelo è vita, è gioia.» P. Andrea ha quindi rivolto all’assemblea, prima della fine della Messa, queste parole: «Papa Francesco nell’ultima Assemblea dei Vescovi italiani ha ricordato l’urgenza “di consolare, aiutare, incoraggiare senza alcuna distinzione, tutti i fratelli oppressi sotto il peso delle loro croci. È assai brutto incontrare un consacrato abbattuto, demotivato o spento: egli è come un pozzo secco dove la gente non trova acqua per dissetarsi”. A  voi parrocchiani, dico fin da subito: passiamo subito ad una pastorale del “camminare insieme”! Molto, grazie a Dio si è fatto, ma ancora di più rimane da fare! Tutti assieme cerchiamo il Signore sapendo che, questa ricerca ci fa diventare santi e ci fa partecipare all’Amore che promana da Dio».

Un grato pensiero a P. Salvatore, oltre al ringraziamento per il servizio svolto da Settembre 2014 a Maggio 2015, gli ha rivolto il neo parroco: «Grazie a nome di tutta la Comunità per il suo prezioso servizio testimoniato con il dono di “sorella malattia”! Auguri fin da ora per una pronta guarigione e, per quanto resterà in mezzo a noi, questa è sempre la sua casa dove continuerà a trovare fratelli che gioiscono nello stare insieme con il Signore nello spirito francescano!».

Al termine della Santa Messa i presenti si sono ritrovati nel salone della Casa del Pellegrino per un rinfresco, offrendo l’occasione di incontrarsi e, soprattutto, di salutare uno per uno il nuovo parroco. Ai patroni della Parrocchia, Ambrogio e Ignazio, è stata affidata la comunità e il servizio quotidiano dei frati cappuccini presenti. (Fabio Murgia)