Periodico mensile dei Padri Cappuccini e del Terz’Ordine Francescano della Provincia di Sardegna
 
 
Voce Serafica, Luglio 2015
Notizie In breve
T.M.




Laconi. P. Salvatore Murgia ha rassegnato le sue dimissioni da parroco di Laconi e Gesturi per motivi di salute. Il Ministro Provinciale e il suo Consiglio, nell’accoglierle, hanno ringraziato P. Salvatore per il servizio prestato alla comunità di Laconi e, di contro, hanno presentato al vescovo di Oristano, Mons. Ignazio Sanna, la proposta di nomina di P. Andrea Manca, quale guardiano e parroco di Laconi, di P. Federico Furcas a vicario parrocchiale e di P. Fabrizio Cannella ad amministratore della parrocchia di Gesturi.

P. Salvatore resterà a Laconi sino al mese di agosto per collaborare alla festa di Sant’Ignazio e nel mese di settembre sarà di comunità nell’Infermeria Provinciale a Cagliari per sottoporsi ad intervento chirurgico e successiva riabilitazione.

 

Sorso (SS). Il 26 maggio scorso i sorsesi hanno festeggiato solennemente la Madonna di Noli Me Tollere. Si sono tenute diverse solenni celebrazioni, tra le quali quella della ore 9.00 celebrata dal nostro Ministro, P. Giovanni Atzori, seguita dalla messa delle ore 10.30 officiata dall’Arcivescovo di Sassari, Mons. Paolo Atzei. La sera, alle ore 18.00, i sacerdoti di Sorso hanno concelebrato solennemente una Santa Messa, a cui ha fatto seguito la processione del SS. Sacramento, particolarmente partecipata, che si è dispiegata per le vie del paese. A conclusione dei festeggiamenti, si è tenuta, alle ore 22.00, una serata musicale con il gruppo «Bandabardò» in concerto.

 

Bastia - La processione di S.Antonio
Bastia
La processione
di S.Antonio

Bastia. Si è svolta anche quest’anno la tradizionale festa di Sant’Antonio di Padova, cui è dedicata la chiesa fondata dai Cappuccini nel 1540. Grande anche quest’anno l’affluenza di popolo in tutta la Tredicina, predica da P. Raphaël Chilou dei Francescani del Rinnovamento, noti come i frati del Bronx. Venerdì 12 giugno, vigilia della festa del Santo, alla sera ha avuto luogo la breve processione con la piccola statua del Santo, quella che si trova a fianco della portineria del convento. Al rientro della processione, la messa solenne celebrata dal Ministro Provinciale, P. Giovanni Atzori.

 

Sabato 13 giugno, giorno della festa, una folla variopinta e crescente è salita sulla collina per rendere omaggio al Santo di Padova. Alle 10.30 la messa solenne celebrata dal vescovo di Ajaccio, Mons. Olivier de Germay. Sul lato destro del presbiterio erano presenti le autorità civili, come è antica tradizione. Col vescovo concelebravano alcuni sacerdoti del luogo e altri venuti dalla Sardegna. I canti erano animati dal coro della chiesa, accompagnati all’organo dal M° Davide Boz. All’Omelia, il vescovo ha sottolineato alcuni aspetti della santità di Sant’Antonio, aspetti che lo rendono sempre attuale.

 

Alla sera due appuntamenti importanti: la processione solenne con la grande statua del Santo per le vie circostanti il convento e alle 21.00 una pièce teatrale, dal titolo «Petite Thérèse», una ideazione e composizione musicale di P. Cristian Pisu.

 

Parallelamente ai riti religiosi, nel giardino del convento si è svolta la «Kermesse» e lotteria a beneficio delle opere caritative del convento. Nonostante i timori della vigilia, il bel tempo ha accompagnato e agevolato anche queste attività.